Cos’è il trattamento termico

Con lo scopo di ridurre il rischio di diffusione di organismi nocivi nelle foreste è stata stilata dalla F.A.O. la normativa ISPM 15, che definisce le linee guida per il corretto utilizzo di legname da imballaggio nelle esportazioni. L’ISPM 15 prevede che tutti gli imballaggi in legno siano sottoposti a trattamento termico “HT”. Tale trattamento prevede l’eliminazione di possibili organismi nocivi mediante l’esposizione degli imballaggi a temperature superiori ai 60° C per almeno 30 minuti, senza l’utilizzo di alcun prodotto chimico.

Dal primo gennaio 2011, per il rispetto degli standard obbligatori della European Pallets Association, tutti i pallets EPAL prodotti, oltre a subire il trattamento HT devono altresì essere essiccati, per contenere il tasso di umidità. L’essiccazione è un trattamento diverso e di più lunga durata rispetto al trattamento HT, che se effettuato con il contenimento dell’umidità residua a tassi inferiori al 18%, consente l’eliminazione del rischio di insorgenza di muffe nel breve e nel lungo periodo. Il trattamento HT, invece, se ha l’indubbio vantaggio di eliminare gli organismi nocivi per l’ambiente, non ottiene l’ulteriore obiettivo di preservare il legno trattato dall’insorgenza di muffe, motivo di possibili e probabili contestazioni all’atto dello scarico della merce nei porti di destinazione.

La F.lli Dellavalle S.n.c. è stata una delle prime aziende del settore a dotarsi di impianti adeguati a trattare termicamente tutta la propria produzione giornaliera di ogni genere di imballaggio in legno destinato all’esportazione verso gli oltre 100 Paesi che hanno sottoscritto la normativa.

 

PAESI CHE RICHIEDONO IL MARCHIO
Vai alla pagina